Francesco Erreni

erreniTitolo dell’Opera
“Lattine”
Tecnica: acrilico su tela 50x70 cm.

 

Il lavoro di osservazione di questo artista si appunta sui luoghi d’accumulo degli scarti, Erreni sembra
voler sottolineare la sua profonda convinzione che vi è nelle cose: una qualità ostinata, che si
conserva anche quando si trova consegnata all’abbandono. Una qualità estetica, che si rinforza
nonostante ogni contraria apparenza e proprio in virtù del luogo: desolato stratificarsi di memorie.
Egli opera dunque la scelta di un soggetto di forte impatto sociale, che non si impone tuttavia per
il suo valore ideologico, ma si dispiega per tramite poetico come categoria estetica squisitamente
pittorica. (Stefano Crippa). Nato a Milano nel 1952, Franco ha ereditato dal padre Sergio la passione
per la pittura. Nel 1991 vince il primo premio alla esposizione concorso della “Cittadina di
Cernusco sul Naviglio”. Ha poi frequentato per 5 anni la Nuova Accademia di Belle Arti (NABA). Nel
febbraio 2010 e Novembre 2014 partecipa alle collettive organizzate dalla Galleria Ariele di Torino.
A Maggio 2014 e 2015 ha partecipato alla collettiva “Martesarte” in Vaprio organizzata dal Lions
Club. Nel 2015 è stato selezionato dallo storico e critico d`arte Giorgio Grasso per partecipare alla
mostra collettiva “Milano Expo 2015 International Contemporary Art”.